Caulonia_1

CAULONIA, SITO ELLENICO DEL V° SEC. A.C.

Caulónia, (Kaulonia in greco calabro), è un comune di 7.026 abitanti della provincia di Reggio Calabria in Calabria.

Il territorio comunale comprende sia l’antico centro storico di Caulonia (detto colloquialmente Caulonia Superiore) che le innumerevoli frazioni tra le quali spicca, sulla costa ionica, l’abitato di Caulonia Marina.

CAULONIA-4

Caulonia è situato su un’altura di 300 metri. Il territorio del comune parte dal mare, passando per zone collinari fino a toccare i monti delle Serre: è il terzo comune per estensione più grande della Provincia di Reggio Calabria dopo la stessa Reggio Calabria e San Luca.

CAULONIA-3

Sulle Serre raggiunge un’altezza massima di 1241 metri,e dove troviamo una flora ricca di lecci, castagni, abeti e pini. Degradando verso la collina troviamo la tipica macchia mediterranea, mentre sulla costa un terreno argilloso da una parte e con agrumeti dall’altra. Il territorio è attraversato dalle fiumare Allaro, Amusa e Precariti.  L’Allaro è situato sulla sinistra di Caulonia mentre l’Amusa sulla destra, mentre il Precariti fa da confine con il comune di Placanica e sulla costa con Stignano.

CAULONIA-5

La tradizione vuole che l’antica Kaulon, situata nei pressi di Punta Stilo sia stata fondata dagli Achei e fu colonia di Siracusa. Al tempo di Strabone era deserta in quanto la popolazione era stata trasferita a Pietraperzia, in Sicilia, da parte dei Siracusani qualche secolo prima. L’odierna Caulonia è nota dall’anno Mille sino all’Unità d’Italia come Castelvetere.

CAULONIA-X2

“Nella marina di Monasterace, nella costa ionica Calabrese laddove era l’antica Kaulonia, è stato scoperto il più grande mosaico ellenico della “MagnaGrecia” e una tavola di bronzo in alfabeto acheo nella quale sono ricordati l’agorà, una statua ed un elenco di divinità della città.

Il centro acheo identificato da Paolo Orsi alla fine dell’Ottocento, ma che solo le ricerche sistematiche degli ultimi quindici anni, intraprese in alcune aree dall’Università degli Studi di Pisa e della Scuola Normale Superiore, dalla Soprintendenza archeologica della Calabria con il contributo dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e dell’Università della Calabria, oltre che dell’Università degli Studi di Firenze, hanno permesso di ricostruire nell’impianto urbano di tipo ippodameo.

CAULONIA-X1

Nel settore  a ridosso della spiaggia ci sono le terme all’interno delle quali si è scoperto il grande mosaico e il tempio dorico, della metà del V secolo a.C.

La mostra, “Kaulonia. La città dell’amazzone Clere” che si è svolta al Museo Archeologico Nazionale di Firenze fino al 9 marzo 2014 ha documentato  documenti di straordinaria rilevanza come le infinite tipologie di materiali usati per ricostruire arredi ed alzati di molti edifici per avere cognizione della cultura materiale raggiunta dal centro ellenistico.

CAULONIA-2